Welcome to Delicate template
Header
Just another WordPress site
Header

Mola di Bari

giugno 20th, 2009 | Posted by le pelerin in Missione

Le nostre Aralde hanno vissuto un intensissimo week end a Mola di Bari, dove hanno soggiornato in concomitanza con la Solennità del Sacro Cuore e la memoria del Cuore Immacolato di Maria, verso il quale gli Araldi del Vangelo hanno un fortissimo legame.

Lasciamo la parola alla nostra brava e attenta Aralda-cronista….

0906moladibari5

Venerdì 19, Solennità del Sacratissimo Cuore di Gesù, dopo la prima Santa Messa e le lodi. l’immagine della Madonna di Fatima è stata portata al monastero di Santa Chiara, dove è stata incoronata da una delle monache; la gente è accorsa numerosa!

Durante la giornata l’immagine è rimasta in questa chiesa che, essendo in posizione centrale, era particolarmente accessibile: davanti alla Madonna, per ores i sono alternati momenti di orazione personale e silenziosa e recite del Santo Rosario. Alle 17.00, canto del Vespro e trasferimento della madonna di Fatima nella parrocchia della SS.ma Trinità, dove già era da un gruppo di fedeli in preghiera.

0906moladibari4

Alle 19.00, Santa Messa e conversazione delle Aralde con un gruppo di giovani della parrocchia

Nella giornata di sabato la Madonna è rimasta costantemente esposta alla venerazione dei fedeli; alle 9.00 il parroco Don Getulio Anella.ha presieduto l’Eucaristia.

0906moladibari3

Nel pomeriggio, altra celebrazione eucaristica presieduta dal Vicario Generale della diocesi di Bari-Bitonto, Mons. Domenico Ciavarella

0906moladibari2

…che ha dimostrato molta simpatia per gli Araldi, chiedendo egli stesso una foto ricordo con noi. Durante la celebrazione, il parroco ha manifestato la propria gratitudine verso le Aralde per la visita della Madonna. Poichè ricorreva la memoria del Cuore Immacolato di Maria, Mons. Ciavarella ha fatto latto di consacrazione della Parrocchia al Cuore Immacolato di Maria.

Alla fine, processione lungo le strade della cittadina fra canti e recita del rosario.

You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 You can leave a response, or trackback.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *